Home Benessere Curare la trombosi con l’olio di canapa? Si può

Curare la trombosi con l’olio di canapa? Si può

trombosi
La trombosi altro non è che un coagulo di sangue, un grumo vero e proprio che si forma a seguito di lesioni di vario tipo o di tagli. Cosa può fare l’olio di Cbd per la sua cura?

La trombosi è una patologia molto grave, poiché i grumi di sangue, se si staccano, rischiano di raggiungere cuore, polmoni o cervello, causando nei pazienti dei problemi di salute anche molto gravi, che possono compromettere il normale svolgimento delle attività quotidiane.

I sintomi della malattia

Prima di capire se l’olio di canapa e il Cbd possano avere un’efficacia comprovata per la cura della trombosi, vediamo nello specifico quali sono gli allarmi che dovrebbero mettere in allarme le persone. Si va dal cambiamento di colore della parte di corpo interessata, solitamente agli arti inferiori o superiori, al dolore e gonfiore. Ma non solo: campanelli d’allarme possono essere indolenzimento di vario tipo, calore molto accentuato in una parte specifica di braccia o gambe. Se la trombosi si verifica in forma grave o raggiunge il cuore, è possibile percepire stordimento e avere il respiro affannoso.

Se invece raggiungono i polmoni, i coaguli di sangue possono causare tosse con sangue, dolore a livello del torace e anche respiro affannoso. Infine al cervello, i trombi possono causare problemi di vista, mal di testa e anche difficoltà ad articolare le parole. Ma da cosa possono essere scatenati questi coaguli di sangue? Le cause sono molte, delle più disparate. Si va da patologie gravi, come il cancro, alla disidratazione, dall’ereditarietà all’aritmia cardiaca, dall’abuso di farmaci al vizio del fumo.

Le cure tradizionali

Ma l’olio di Cbd è efficace per guarire o ridurre gli effetti indesiderati della trombosi? Prima di analizzarlo, vediamo quali sono le cosiddette cure tradizionali. In genere, i trombi vengono curati con anticoagulanti del sangue. Si tratta di farmaci che impediscono la progressione del coagulo, bloccandone la formazione. Pur essendo efficaci, tuttavia, questi medicinali anticoagulanti possono comportare degli effetti indesiderati, come ad esempio ematomi o emorragie interne. Ma anche irritazione a livello epiteliale o cambiamento di colore della pelle.

Olio di Cbd e trombosi

L’olio di canapa, grazie alle proprietà dell’omega 3, permette di fluidificare naturalmente il sangue, aiutando al contempo a ridurre la possibile formazione di coaguli. Uno studio del 2006 pubblicato su Phytomedicine, ha dimostrato come il cannabidiolo (Cbd) inibisca in modo considerevole la formazione dei trombi. Lo studio ha quindi dimostrato come l’olio di cannabis sativa e in genere il Cbd abbia una propensione anticoagulante che potrebbe, di fatto, sostituirli alle normali terapie per curare trombosi e coaguli del sangue.

Riferimenti bibliografici

Coetzee, Levendal, van de Venter, Frost, Anticoagulant effects of a Cannabis extract in an obese rat model, 2006