Home Benessere L’olio di canapa può curare la depressione

L’olio di canapa può curare la depressione

depressione
La depressione è uno dei mali del mondo moderno. Una vera e propria malattia che porta a sperimentare angoscia e perdita di interesse per la vita. Sgomento, tristezza e preoccupazione.

Non si tratta certo del classico “essere giù di corda”, tutt’altro: è una malattia mentale molto comune, che deve essere risolta sul nascere, prima che possa degenerare. La domanda è lecita: l’olio di canapa può apportare dei benefici a questa patologia che affligge gli uomini e le donne?

I sintomi della malattia

Partiamo col definire quelli che sono i sintomi principali della malattia. Prima di capire se l’olio di canapa possa avere benefici per la cura della depressione. Gli psichiatri, nel corso degli ultimi anni, hanno prodotto una lunga bibliografia di casi di studio, ricerche, per definire e cercare la cura alla malattia. Tra i principali sintomi figura la disperazione del paziente. Così come la totale perdita di interesse verso le attività più comuni e necessarie. Anche quelle che possono comportare coinvolgimento e divertimento. Diversi sono i gradi della malattia. E così anche i sintomi, che possono riguardare anche la perdita dell’appetito, l’insofferenza e l’irritabilità. Ma anche stanchezza e dolori ai quali è difficile dare una spiegazione. Crisi di pianto e stati preoccupanti di avulsione dalla realtà e sonno.

Terapie “classiche” per la cura della depressione

Nel corso degli ultimi decenni gli studi sulla cura della depressione hanno fatto passi da gigante, ma anche le terapie più all’avanguardia fanno utilizzo di farmaci. Prescritti per inibire la cosiddetta ricaptazione della serotonina. Si tratta di fatto di antidepressivi, come il Prozac, il Paxil e lo Zoloft (questi sono i più comuni, ma in commercio se ne trovano anche ulteriori), utilizzati in terapie psicoterapeutiche, come la Terapia cognitivo-comportamentale, il cui scopo è quello di sostituire nel paziente gli schemi di pensiero negativi. Quelli che vanno, di fatto, a creare a cascata tutti gli effetti negativi nel paziente.

Specie in anni moderni, gli psicofarmaci sono sicuri, ma comunque gli effetti collaterali non si fanno desiderare: da nausea, insonnia, dolore alla testa – specie cefalea – fino alla mancanza di desiderio sessuale. Non è raro che un utilizzo prolungato di psicofarmaci possa causare anche aumenti di peso, a lungo termine.

Cbd e depressione

Cosa possono comportare Cbd e olio di canapa nella cura della depressione? Secondo recenti studi il sistema endocannabinoide del cervello dell’uomo è in grado di dare un vero e proprio equilibrio positivo al nostre umore. Riducendo anche lo stress e dando, di fatto, una regolazione anche al sonno. La depressione, è stato dimostrato, agisce negativamente proprio sul sistema endocannabinoide.

Ecco perché alcuni ricercatori di Buffalo hanno scoperto che proprio l’olio di canapa può ripristinare l’umore e regolare insonnia e, generalmente, stati depressivi anche piuttosto acuti. L’importante è rivolgersi comunque al medico prima di cominciare una terapia a base di olio di cbd per la depressione, per non sbagliare con dosaggi e metodi di assunzione (gocce sub-linguali o compresse, nella maggior parte dei casi).

Olio di canapa per la cura della depressione

Studi scientifici, come detto, hanno dimostrato l’efficacia di Cbd e olio di canapa per la cura di ansia e depressione. È il caso di un lavoro di ricerca pubblicato in CNS Neurol Disord Drug Targets del 2014 in cui i ricercatori hanno evidenziato l’efficacia del cannabidiolo utilizzato come ansiolitico e antidepressivo.

Riferimenti bibliografici

de Mello Schier AR, de Oliveira Ribeiro NP, Coutinho DS, Machado S, Arias-Carrión O, Crippa JA, Zuardi AW, Nardi AE, Silva AC, Antidepressant-like and anxiolytic-like effects of cannabidiol: a chemical compound of Cannabis sativa, 2014