Home Blog

Bong Green Clawn Potmaster X650P

Green-Clawn-Potmaster-X650P

Le caratteristiche del Bong Green Clawn Potmaster 

Il bong in acrilico rosa, con la caratteristica inserzione di un teschio, è alto 32 cm ed è un accessorio per il fumo, silenzioso e delicato. E’ uno strumento che sarà in grado di donare il giusto piacere, garantendo una qualità premium.

Si tratta di un bong ad acqua, che garantisce la qualità del fumo e quindi anche il vostro divertimento. Questa pipa ad acqua permette il passaggio del fumo con un’imboccatura molto pratica e anche uno stile piacevole ed essenziale, che è possibile adattare a vari tipi di arredamento. Il prodotto viene venduto in una confezione assolutamente garantita in base a quelli che sono i requisiti della legge.

Modalità d’uso

Il bong serve per fumare hashish, marijuana, canapa o tabacco particolare. Il fumatore deve avvicinarsi all’imboccatura superiore in modo da far risalire il fumo per la camera d’aria, dopo che è passato nell’acqua che si trova sul fondo. Il fumo viene raffreddato prima di essere inalato ed è possibile, in questo modo, prenderne una grande quantità. Il sistema del bong in acrilico rosa permette di mantenere la “compattezza” del fumo senza rinunciare alla bellezza di un accessorio, che è anche in grado di fare tendenza.

Opinioni e prezzo

Il prezzo del bong con la base a forma di teschio rosa è di circa 12 euro. Si può anche trovare in rete altri per dei prezzi inferiori ma, la qualità di questo prodotto può fare la differenza. La robustezza dello strumento, lo rende unico e funzionale. La sua particolare estetica, in cui lo stile dark viene mitigato dal colore rosa pastello molto caratteristico, trasforma tale strumento in un oggetto di arredo.

Non ha ancora ricevuto delle valutazioni in rete su Amazon, ma la casa di produzione che ha messo in vendita questo articolo per fumatori è una tra le più quotate nel mondo dei prodotti per l’assunzione della canapa.

I migliori bong

Il bong è una valida alternativa alla classica rullata in cartina. Un accessorio indispendabile per tutti gli appassionati della canapa. La combustione risulterà omogenea e darà un sapore molto più forte e deciso rispetto al joint normale.

Abbiamo provato per voi i migliori Bong disponibili online

In pratica dovrete mettere l’acqua nella base del bong, appoggiare la canapa sul boccaglio ed inspirare dolcemente tenendo coperto il buco posto posto in basso. Il down è più veloce e risulterà leggermente diverso anche perché i tiri risulteranno minori rispetto al joint.

Oltretutto è un accessorio di design e ne esistono di diversi tipi che si differenziano per forme e dimensione. E’ l’ideale per una serata in compagnia ed è divertente da usare. Di seguito i migliori bong per fumatori.

Bong Cobra Patchouli World

Iniziamo con un bong che risulta essere uno dei migliori sulla piazza. Ideato e realizzato dalla Patchouli World si presenta con una forma particolare, quella di un cobra. Diverso dai soliti bong, ha delle dimensioni ridotte ed è alto solamente 13 cm.bong-cobra-patchouli-worldQuesta caratteristica lo rende tascabile e facilmente trasportabile. Adatto all’uso in ogni ambiente e circostanza, il bong si comporta molto bene anche per la qualità del fumo che risulta più alta grazie ai materiali con cui è stato realizzato, uno fra tutti la ceramica. Robusto ma leggero, è perfetto per chi è alle prime armi e vuole cominciare a fumare canapa nel bong.

ARL Group Bong Bang

Il migliore per rapporto qualità/prezzo, questo bong vi permetterà di inalare al meglio il fumo grazie alla sua apertura del boccaglio pari a 7 cm. Anche per quanto riguarda la forma e l’altezza è possibile farlo rientare nella categoria “classici”, con i suoi 20 cm di altezza. Ovviamente non è tascabile, ma vi farà ricredere in fatto di prestazioni.

Bong arl

Apprezzato anche per il rumore particolare che emette mentre si sta inalando il fumo, l’acqua comincerà a fare delle bollicine producendo un suono molto piacevole da ascoltare, differente dagli altri bong. Un accessorio perfetto per chi vuole rilassarsi e gustare la canapa assaporando tutto il gusto ed il sapore che solo un bong può dare.

Bong a cupola doppio albero

L’ultima menzione va a questo particolare bong che sembra appena uscito da un laboratorio di chimica. Non fatevi spaventare dalle apparenze, questo accessorio è di nuova concezione e darà un tocco diverso ai vostri momenti di relax.bong doppio alberoIdeato per assaporare al meglio la canapa e fornirvi un down immediato, il bong cupola a doppio albero ha delle sezioni che si occupano di trasformare il fumo e renderlo molto più piacevole al palato. Funziona come un normale bong ed è alto 40 cm. Anche questo modello non è facilmente trasportabile ma si consiglia di tenerlo in un posto fisso, pronto per l’uso. Anche il prezzo risulta un po’ più alto del solito, ma dopo averlo provato capirete che sono soldi ben spesi.

Facciamo chiarezza: Cbd e Thc, ecco le differenze

thc e cbd
Spesso e volentieri, quando si parla di Cannabis legale si tende a fare una grande confusione. In modo particolare si tende a confondere il Cbd con il Thc.

Cbd: come funziona ed effetti

Le differenze, come saprete, sono assolute. Il Cbd, ovvero il cannabidiolo, è uno dei 60 cannabinoidi presenti all’interno della canapa. Non è psicoattivo e ha degli effetti benefici sul corpo e sulla mente. Il Thc, ossia il tetraidrocannabidiolo, anch’esso cannabinoide, è il principale elemento psicoattivo della cannabis.

cbd vs thc disegno

Il cannabidiolo (Cbd) ha degli effetti indiscutibilmente positivi per l’uomo. In quanto è capace di interagire con le cellule ricettrici, consentendo una risposta immediata da parte del nostro sistema nervoso. Ideale per la cura di molte patologie, grazie alle sue proprietà inibitorie naturali, è efficace nella cura dei disturbi d’ansia e nell’alleviamento di dolori derivanti da numerose malattie. Inoltre si comporta in maniera efficace se si soffre di disturbi di stomaco, nausea e anche di cefalee. Il Cbd – è bene sottolinearlo – non è tossico e non ha alcun tipo di effetti collaterali. Anzi, a differenza di qualsiasi medicinale utilizzato per la cura di determinare patologie, anche se utilizzato con grande frequenza, è stato dimostrato come non dia alcun tipo di problema al corpo e alla mente.

Thc: cos’è e come “funziona”

A torto, quindi, il Cbd viene spesso confuso con il Thc, che pur essendo della stessa “famiglia” – si tratta di un cannabinoide – ha delle proprietà totalmente diverse e psicoattive. Ragion per cui nella cannabis legale la sua percentuale deve essere pari o inferiore allo 0,6%. Come già abbiamo avuto modo di specificare, il tetraidrocannabidiolo è il principale componente psicoattivo della canapa, in grado anch’esso di collegarsi ai recettori nervosi, ma con effetti chiaramente differenti. Quando si stabilisce il contatto tra Thc e cervello, il nostro corpo rilascia la dopamina.

Cambiano temporaneamente i comportamenti del nostro cervello, e la sensazione è quella di sentirsi “volare”. I principali sintomi sono euforia, rilassamento, percezioni visive e sensoriali in genere molto alterate. Successivamente subentrano altri aspetti, come l’aumento dell’appetito, la fatica e, infine, il sonno. Anche il Thc ha utilità in campo medico, utile soprattutto per placare sintomi di malattie gravi, come ad esempio l’Aids, o per limitare gli effetti indesiderati della chemioterapia. Di fatto riducendo la nausea ed il vomito. Se il Cbd non ha alcun effetto indesiderato, il Thc, alla lunga, può causare paranoia oltre a difficoltà a prendere decisioni e mantenere i livelli di attenzione elevati.

Per una nutrizione bilanciata: gli alimenti a base di Cbd

cbd olio

Buoni ed efficaci per mantenere in salute il nostro corpo ed il nostro organismo. Sono prodotti ed alimenti a base di CBD, che può essere assunto, non è certo una novità questa, attraverso cibi commestibili. Il CBD che puoi trovare a tavola.

I cibi al CBD che puoi trovare in Italia

I vantaggi degli alimenti al CBD sono molteplici, e sono anche i medici, al giorno d’oggi, a consigliarli: che si tratti di semi, olio o cioccolato alla canapa, i benefici derivanti da lipidi, acidi grassi e omega 3 e omega 6 sono davvero numerosi. Ciò che è certo è che i cibi a base di cannabinoidi potrebbero essere l’ideale per una dieta ricca e salutare, per giovani e meno giovani.

Cioccolato

Che sia realizzato con olio o arricchito con semi di canapa, il cioccolato al CBD è un vero e proprio toccasana. Un alimento gustoso, in grado di combinare il gusto unico del cacao con gli effetti calmanti e benefici della cannabis light. Molte sono le varietà presenti in commercio, più diffuse quelle a base di cacao amaro che, combinato col cannabidiolo, è in grado di migliorare l’umore dell’assuntore con il rilascio di endorfine e serotonina.

Miele

Il miele alla marijuana è una varietà più gustosa, con un profumo più marcatamente floreale rispetto a quello classico. Un mix in grado di addolcire e garantire gli effetti calmanti e di benessere propri del CBD. Esisterebbero due modalità per prepararlo: la più diffusa prevede di somministrare alle api una dieta a base di infiorescenze di cannabis, la seconda, invece, consiste nell’immergere le infiorescenze direttamente all’interno del miele. Una pratica, quest’ultima, più diffusa nei Paesi in cui la canapa è un prodotto legale.

Birra

Un equilibrio di gusti ideali. Birra e cannabis, secondo i produttori ma anche per i consumatori, si sposano alla perfezione. Una birra fresca impreziosita dagli aromi della cannabis è un piacere per il palato e un toccasana per l’organismo dell’uomo. Ipa, stout, pilsner o sour (ma altre sperimentazioni non mancano), sono molte le tipologie di birra che si accoppiano bene con il gusto delle infiorescenze della canapa. Per un sapore più ricco di terpeni.

Caramelle e lecca lecca

Caramelle o lecca lecca alla cannabis, sono realizzate solitamente tramite estrazione del CBD. In formati, colori e gusti differenti, sono in grado di garantire la bontà zuccherina di un dolciume con le proprietà benefiche della cannabis light. Completamente legali, sono in grado si agire sulle cellule ricettrici del sistema nervoso dell’uomo, garantendo benessere, tranquillità e relax. Ideale per gli amanti di un gusto più forte ed intenso, tipicamente alla marijuana.

Caffè

Un mix ideale, una perfetta combinazione degli effetti ansiolitici del CBD con quelli invece marcatamente stimolanti propri della caffeina. Un prodotto ideale per gli amanti del caffè che cercano, oltre al gusto intenso e piacevole al palato, anche dei benefici a dolori ed infiammazioni di varia natura. Il beneficio migliore? Senza dubbio la capacità di far tornare il buon umore e ridurre il peso dello stress.

Pasta 

Il piatto più comune della dieta mediterranea. Tra gli alimenti al CBD, quello più semplice e comune nell’alimentazione italiana. Anche la pasta può contenere cannabinoidi benefici per l’organismo. Un connubio di semola di grano duro e farina di semi di canapa. Prodotto biologico e naturale, garantisce gli effetti benefici del Cbd, senza precludere il gusto di mangiare un buon piatto di pastasciutta. Ideale con condimenti dal gusto leggero, per non coprire il naturale gusto deciso della marijuana.

Birra al Cbd: caratteristiche e tipologie in commercio

birra

Birra alla canapa sì, birra alla canapa no. Una prima precisazione è doveroso farla: la birra alla cannabis contiene CBD e non il principio attivo THC. Nonostante siano circolate voci in passato sull’effetto “sballante” del cannabidiolo associato all’alcol, la verità è che a sballare è la quantità di alcol ingerita: ovvero se si esagera con le pinte.

Perchè CBD e birra?

L’idea di associare la cannabis legale alla birra è nata negli Stati Uniti, dove poi era stata bandita. Un’idea poi raccolta anche in giro per l’Europa e anche in Italia, dove sono molte i birrifici, piccoli, medi o grandi che hanno deciso di sperimentare e buttarsi a capofitto in un mercato in costante crescita ed espansione. Il motivo è duplice: da una parte, infatti, la birra al CBD è in grado di soddisfare il palato anche del bevitore più fine ed esigente (poi sta al birrificio produrre una birra di qualità). Dall’altra parte, invece, il CBD mantiene le proprie caratteristiche, garantendo tutti gli effetti benefici che gli competono.

Come si produce?

Quando si pensa a birra al CBD, ci si domanda in quale strano modo si possa produrre. Nulla di più semplice, quanto meno per chi la birra la sa preparare a regola d’arte. Nel processo di produzione, infatti, è sufficiente aggiungere infiorescenze, foglie, a volte anche olio di canapa (ma sta alla scelta e filosofia dell’azienda) nel processo di fermentazione. Si tratta, di fatto, di sostituire il luppolo con la canapa, che può essere considerata, di fatto, una sorta di parente non troppo lontana. In Italia potete trovare la Cannabis APA di Cannabe.it oppure Hemp Ale di Fromjulia.it. Non l’abbiamo ancora provata ma anche pachamamahemp.com ha una sua birra al CBD.

La birra al Cbd è buona?

Il sapore della birra al CBD è un elemento fondamentale da prendere in considerazione. È buona? Se prodotta a regola d’arte, sì. Può piacere? Moltissimo, come per nulla. Tutto dipende dal gusto, in fatto di birra, delle singole persone. Ognuno ha infatti i propri gusti. Se il sapore avvolgente ed erbaceo che garantisce una birra alla canapa può piacere, allora vi trovate in una botte di ferro. Se invece i sentori erbacei non vi garbano più di tanto, forse quello alla canapa non è il nettare che fa per voi. Nella valutazione rientrano anche le varie tipologie di birra, ce ne sono moltissime prodotte a base di CBD, dalla bock alla classica pils, dalle ipa alle stout. Alcune possono piacere, mentre altre no. Tutto dipende sempre dal gusto personale.

Pipa The Bulldog Amsterdam

Prodotta da un marchio che è sinonimo garanzia, leader del settore, The Bulldog propone una pipa per fumare canapa. Il design è classico e colpisce la sua resistenza e brillantezza, si nota subito che è stata realizzata con materiali di alta qualità. The Bulldog è un’azienda che produce gadget ed accessori per canapa, oltre ad essere anche un ottimo produttore di materia prima. In giro per Amsterdam potete trovare numerosi coffee shop con il marchio The Bulldog, molto in voga tra i turisti che visitano la città.

Caratteristiche della pipa

La pipa The Bulldog Amsterdam è di dimensioni medio-piccole, 7 x 2 x 4 cm, è ovviamente tascabile e potrete trasportarla ovunque. E’ molto leggera, il suo peso è di appena 40 g, ed è realizzata interamente in metallo. Si smonta in 3 pezzi, facilmente componibile e lavabile. Le retine risultano molto resistenti e nella confezione sono incluse anche 5 retine di ricambio. Il tubo è, come già detto prima, in metallo ma con un rivestimento in plastica dura con il marchio di The Bulldog a vista, in posizione centrale. Il diametro del bruciatore è grande e permette di fumare con estrema tranquillità e praticamente ovunque vi troviate. La pipa The Bulldog Amsterdam è una delle migliori in circolazione.

Modalità d’uso

Fumare con questa pipa è molto semplice ed inoltre, grazie al tubo di metallo, raffredda il fumo dando un gusto migliore alla canapa e un’intensità diversa. Per cominciare a fumare dovrete appoggiare il composto sulla retina e procedere con la sua combustione. Dal boccaglio/bocchino dovrete invece aspirare. Molto più semplice che fumare canapa rullata in cartine. Prima di cominciare a fumare attendete che la canapa si combustioni in modo omogeneo. Fumate con calma, in questo modo terrete la bruciatura sotto controllo.

Opinioni e prezzi Pipa The Bulldog Amsterdam

Di sicuro la migliore pipa per rapporto qualità-prezzo, prodotta poi da un marchio conosciuto e di qualità. Chi l’ha acquistata è rimasto soddisfatto e non ha riscontrato alcun tipo di problema durante l’uso. Segnaliamo solamente l’estrema difficoltà nel pulire la retina, dopo aver usato la pipa The Bulldog Amsterdam. Questa infatti, spesso diventa nera dopo la combustione. Potete trovarlo nei coffee shop The Bulldog direttamente ad Amsterdam, ma se non siete lì, potete acquistarlo direttamente su Amazon al prezzo di 8,99 €, spedizione gratuita.

Lo sapevi che puoi curare gli eczemi con l’olio di Cbd?

eczema

Fastidio e prurito, rossore e talvolta perdita della pelle. L’eczema è una malattia cutanea molto diffusa, che può interessare bambini, adulti e anziani senza distinzione. Può l’olio di CBD aiutare a curarla o limitarne gli effetti collaterali?

Le proprietà del CBD contro gli eczemi

L’eczema è una patologia molto diffusa, è stimato che almeno il 20% della popolazione mondiale ne soffra. Comincia a colpire la pelle da bambini, tra i 4 e i 5 anni, e continua a manifestarsi ad intervalli più o meno regolari nel corso della vita. Alcune persone ne soffrono cronicamente, altre, invece, ne sono soggette limitatamente o poche volte nel corso della propria vita. Prima di vedere cosa possono fare olio di canapa e Cbd per gli eczemi, ecco i principali sintomi della patologia.

I sintomi dell’eczema

I sintomi della malattia sono chiari: si va dal prurito alla pelle molto sensibile, che tende a togliersi. Il colore dell’epidermide può passare dal rosso al marroncino, passando per il grigiastro. A seconda della “gravità”. L’eczema cronico può presentare bolle con liquido, oltre alla pelle particolarmente spessa e secca. Non è chiaro da cosa possa dipendere, di fatto, l’insorgere degli eczemi, di certo possono includersi come fattori dei virus o allergie. Eczemi, infatti, non sono così rari in persone insofferenti a polvere e/o polline. Spesso, le persone che soffrono della patologie sono costrette per lavoro a tenere molto le mani a mollo. O ad utilizzare particolari detersivi o solventi chimici.

Terapie convenzionali

Prima di capire come l’olio di CBD possa essere sfruttato per la cura degli eczemi, vediamo quali sono le terapie convenzionali. Tendenzialmente, medici e dermatologi prescrivono per la cura creme o farmaci da assumere per via orale a base di cortisone. Tuttavia si tratta di terapie che non sono in grado di risolvere definitivamente il problema, ma solo temporaneamente. Inoltre potrebbero avere degli effetti indesiderati da non sottovalutare, con infezioni o la cicatrizzazione delle ferite ritardata. Circostanze che fanno capire come possa essere anche consigliabile, se consigliate dal medico, delle terapie alternative. Vediamole nello specifico.

Olio di CBD, cosa può fare per gli eczemi

Non solo l’olio di CBD, ma anche l’olio di semi di canapa può avere una grande efficacia per la cura degli eczemi. Uno studio del 2005 pubblicato in Journal of Dermatology Treatment ha dimostrato come l’assunzione di olio di semi di canapa nella normale alimentazione renda la pelle più elastica. Se utilizzato per 20 settimane, garantisce un netto miglioramento alla salute dell’epidermide delle persone tendenzialmente affette da eczemi. Per una cura più rapida, tuttavia, pomate o olio a base di cannabidiolo possono essere efficaci, ristabilendo l’equilibrio epiteliale e riducendo l’infiammazione, il rossore ed il prurito. Uno studio del 2016 ha dimostrato come olio e gel di Cbd, se utilizzati con costanza, apportino effettivi benefici alla pelle malata, riducendo gonfiore e rossore. Ed eliminando il prurito che contraddistingue molti gradi della patologia.

Riferimenti bibliografici

Hammell, Zhang, Ma, Abshire, Mcllwrath, Stincomb, Westlund, Transdermal cannabidiol reduces inflammation and pain-related behaviours in a rat model of arthritis, 2016

Narghilè Hooka

narghilé hooka

Il narghilè Hookah con due tubi è un accessorio imperdibile per gli amanti del fumo del tabacco o della canapa, . Questo accessorio permette di godere del fumo evitando qualunque avvelenamento da nicotina. È uno strumento di nuova generazione, alla moda, molto pratico e bello, nonché da considerare utilissimo per fumare quello che si desidera. Questo accessorio è realizzato in steli di ferro con un vaso di vetro. Ha un fondo di 55 cm di diametro ed è alto 12,5 cm nella sua parte centrale. Può essere utilizzato sia in casa che nei locali e club privati o pubblici.

Ottimo rapporto qualità prezzo

Per utilizzare il narghilè è necessario innanzitutto preparare con dell’acqua l’ampolla di vetro. Bisogna aggiungere almeno mezzo litro d’acqua per garantire una buona fumata. Il narghilè Hookah poi deve essere ricaricato con il tabacco, la canapa o qualunque altro tipo di sostanza volete utilizzare, nonché anche prodotti con delle essenze profumate e saporite. Talvolta è anche utile utilizzare la carta stagnola in modo tale da evitare che la sostanza si disperda. Successivamente bisogna accendere il narghilè con gli appositi carboncini e iniziare a fumarlo aspirandolo dai tubi flessibili.

Opinioni e prezzo

Il narghilè Hookah con pinze, carbone e accessori, costa 32,99 euro ma in un’altra offerta in cui viene fornito anche tabacco in vari gusti, è possibile comprarlo al prezzo di 47,90 euro. Il prodotto è stato valutato 4,2 stelle su 5 dagli utenti di Amazon. Secondo i compratori, sia le guarnizioni che i dettagli tecnici di questo prodotto sono davvero eccellenti ed ha un ottimo rapporto qualità prezzo Però, secondo altri utenti, ci sarebbero dei problemi in alcuni pezzi, ovvero in particolare nei tubi di questo strumento. Un altro appunto che viene mosso da parte dei clienti Amazon è che l’oggetto è abbastanza delicato e talvolta potrebbe facilmente rompersi. Lo trovia anche su Amazon.

Ipertensione: ecco tutti i benefici dell’olio di Cbd

ipertensione
Si tratta di una delle patologie più diffuse nel mondo, che colpisce indistintamente uomini e donne e che, se non curata, può dare vita a problemi molto gravi. Stiamo parlando dell’ipertensione, ossia la patologia di cui soffre chi ha la pressione troppo alta. Studi recenti hanno dimostrato che nella cura della malattia può essere efficace l’utilizzo di olio di Cbd.

Si sa, il medico consiglia come pressione ideale la canonica 120/80, dove 120 indica la forza del flusso del sangue quando il cuore pulsa. Mentre 80 la stessa forza quando il cuore è, invece, in pausa. Quando si raggiungono valori vicini al 140 di massima e 90 di minima, si parla di ipertensione.

I sintomi

I sintomi più comuni in chi soffre di pressione alta sono giramenti di testa, stanchezza e spossatezza, frequente dolore alla testa e cefalea. Altri sintomi più gravi possono riguardare il respiro affannato e dolori al torace. Difficile indicare poche cause legate all’insorgere dell’ipertensione. La patologia specifica, infatti, può essere causata dall’età, frequente negli anziani, da ereditarietà e obesità. Ma non solo: ne soffrono chi fuma molto, chi non si applica in attività fisica o conduce una vita molto sedentaria e chi è particolarmente stressato. Anche alimentazione scorretta e abuso di alcol possono rientrare nella cerchia dei fattori scatenanti.

Cure tradizionali e controindicazioni

Prima di vedere cosa può fare l’olio di Cbd per l’ipertensione, facciamo una panoramica delle cure prescritte dal medico, quelle tradizionali. Chi soffre di ipertensione assume solitamente delle pastiglie, diuretici o betabloccanti, prescritti per aprire i vasi sanguigni e conseguentemente rendere più agevole la circolazione sanguigna. Ma anche attività fisica regolare e una dieta equilibrata sono dei consigli molto caldeggiati dai medici. Come di consueto, l’utilizzo costante di medicinali può portare a delle chiare controindicazioni. Nello specifico quelli usati per curare la pressione alta includono sonnolenza, vertigini, stitichezza o al contrario diarrea. Molte persone riscontrano anche frequenti mal di testa e gonfiore di polsi e caviglie.

Ipertensione e olio di Cbd

Cosa può fare quindi concretamente l’olio di canapa e quindi il Cbd per l’ipertensione? Ricerche moderne hanno dimostrato come il cannabidiolo sia un alleato incredibile per l’apertura dei vasi sanguigni, riducendo così la pressione del sangue. Sia con cuore pulsante che a riposo. In uno studio del 2015 (LINK), Christopher Stanley dell’università di Nottingham ha studiato l’effetto del Cbd sui vasi sanguigni, dimostrando che in futuro potrebbero essere terapia convenzionale per curare la pressione alta. Uno studio del 2017, svolto su 9 uomini volontari affetti da ipertensione, ha dimostrato come il Cbd sia davvero funzionale nella cura dell’ipertensione, attraverso l’apertura dei vasi sanguigni. Ma ricerche in materia sono numerose, molte delle quali ancora in fase di studio o elaborazione.

Riferimenti bibliografici

Stanley, Hind, Tufarelli, O’Sullivan, Cannabidiol causes endothelium-dependent vasorelaxation of human mesenteric arteries via CB 1 activation, 2015.

Jadoon, Tan, O’Sullivan, A single dose of cannabidiol reduces blood pressure in healthy volunteers in a randomized crossover study, 2017

Miele al Cbd: proprietà benefiche e disponibilità in commercio

miele
Dolce e gustoso, il miele CBD è il preparato ideale per la salute dell’uomo, da consumare tutto l’anno, ma soprattutto nei periodi di debolezza fisica. Quando si è influenzati o costretti a letto.

Come molti altri prodotti presenti in commercio, esistono anche delle varietà al Cbd, con percentuali dal 2 al 5%. Si tratta di un prodotto, in genere, in grado di prevenire le influenze. Ma anche rafforzare le difese immunitarie, garantendo – e questo è il merito del cannabidiolo – proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Insomma, un alimento completo, ideale per rafforzare, è proprio il caso di dirlo, la propria salute.

Miele al Cbd: come si prepara

Esisterebbero due modalità per preparare il miele al Cbd. La più diffusa prevede di somministrare alle api una dieta a base di infiorescenze di cannabis, creando una varietà di miele senza principio attivo (THC). La seconda, invece, consiste nell’immergere le infiorescenze direttamente all’interno del miele. Una pratica, quest’ultima, più diffusa nei Paesi in cui la canapa è un prodotto legale. Con l’immersione, infatti, il miele assorbirebbe anche una parte del principio attivo della canapa. Nicola “Trainerbees” fu il primo a dimostrare, creando un certo scalpore, che le api possono cibarsi di infiorescenze di marijuana, realizzando un miele di assoluta qualità e dalle proprietà benefiche indubbie. Secondo lo studioso, infatti, ogni sostanza che le api consumano, quando viene trasformata in miele dà un risultato migliore. Le proprietà di base, quindi, sono potenziate e rese migliori.

Le proprietà del miele al Cbd

Le proprietà del miele alla canapa sono fenomenali, dal momento che riescono a combinare l’efficacia del miele classico con quella del cannabidiolo. Ecco dunque che assumendo ogni giorno un cucchiaino di miele, è possibile rafforzare le proprie difese immunitarie, prevenire raffreddori ed influenze e, nel caso si fossero contratte, guarire in modo rapido ed efficace. Senza troppi strascichi. Il Cbd contenuto all’interno, invece, permette di sfruttare delle sue proprietà antidolorifiche, antiossidanti e antinfiammatorie, risultando efficace anche per ridurre o placare dolori fisici, dovuti a patologie particolari o alle semplici influenze. Sul mercato sono moltissime le tipologie di miele che è possibile acquistare, eccone alcune.

Miele al Cbd: i prodotti in commercio

Miele al Cbd alla Curcuma

Prodotto realizzato dall’azienda Cannabe, è un preparato alimentare al 100% naturale, proveniente da produzioni organiche. Contiene il 2% di Cbd e altrettanto 2% di curcuma in polvere. Una minima percentuale di pepe nero è il tocco in più.

Miele ad alta concentrazione di Cbd

Alimento naturale, che contiene anche propoli, polline e lipidi, si contraddistingue sul mercato per l’alto contenuto di Cbd, pari al 24%. Ideale da mettere nel tè, può essere anche assunto normalmente con un cucchiaino, una o due volte al giorno. Combatte le infezioni e dà sollievo.

Miele digestivo con ananas

Arricchito con estratti naturali, questo miele risulta l’ideale per il trattamento di stati di tensione. Presenta anche delle proprietà drenanti e funziona al meglio come digestivo. Al suo interno, infatti, sono presenti anche ananas e curcuma.

Miele Millefiori al Cbd

Miele al Cbd realizzato con fiori e Cbd, direttamente nelle Marche. Si tratta di un millefiori di assoluta qualità, in grado di coniugare gli effetti benefici del più classico tra i mieli con quelli del cannabidiolo. Le arnie, per ottenere un risultato migliore dalle api, sono posizionate dall’azienda direttamente nel mezzo dei campi di canapa. E il risultato si sente ed apprezza al meglio.

miele fiori

leccalecca

Lecca lecca e caramelle al Cbd: gusto e benessere

Si tratta dei dolciumi più apprezzati da grandi e piccini: caramelle e lecca lecca sono sdoganate anche per soli adulti con una componente di...