Home Notizie Coca Cola pensa ad una bevanda alla cannabis

Coca Cola pensa ad una bevanda alla cannabis

coke cannabis
 
Coca Cola sta pensando di lanciare una bevanda alla cannabis. Al momento si tratta di un’indiscrezione, ma pari che il brand della più nota bevanda frizzante al mondo voglia fare sul serio.

Non ci sarebbe nemmeno da stupirsi, del resto Coca Cola è un marchio che nel corso degli anni ha dato più volte mostra di volersi e sapersi reinventare. Si pensi, ad esempio, all’acquisizione di Costa Coffee, la seconda catena di caffetterie più nota al mondo dopo Starbucks. Ma per Coca Cola una bevanda a base di cannabis legale rischia di essere un salto nel vuoto?

Le indiscrezioni

«Stiamo osservando da vicino l’evoluzione e lo sviluppo del CBD (cannabidiolo, componente della cannabis sativa) come ingrediente per bevande che possano portare benessere. È un processo che sta evolvendo con grande rapidità». Queste le parole di un portavoce del marchio che hanno messo la pulce nell’orecchio ai più attenti. Nessuna conferma che l’interesse possa riguardare quello di produrre una bevanda a base di cannabis. Ad ogni modo, difficile pensare che il colosso statunitense possa pensare di mettersi nel mercato della cannabis legale come produttore o sponsor di semi o fiori di canapa. Gli indizi, seppur limitati, spingono con forza verso un’unica direzione. La notizia ha fatto il giro del mondo, e sono stati molti i giornali e le testate di settore, anche italiane, che hanno riportato l’indiscrezione secondo cui Coca Cola starebbe pensando davvero ad una bevanda alla cannabis legale.

Ma c’è di più: alcuni analisti ed esperti del settore, infatti, sostengono che Coca Cola abbai già preso i contatti con Aurora Cannabis, ovvero una delle più importanti, influenti e conosciute aziende produttrici di cannabis legale del nord America. Si tratta di un indizio importante e “pesante”, ma di certo arrivare a dire che Coca Cola stia pensando ad una bevanda alla cannabis, forse, è ancora troppo prematuro.